L’idea che si sviluppa è quella di un continuum tra gli spazi interni ed il paesaggio circostante, alla ricerca del concetto di “preesistenza”, ovvero l’idea che la casa sia integrata nel suo paesaggio da determinare quell’ospitalità del luogo senza defraudare l’essenza del luogo stesso. La morfologia del nuovo edificio ed il tipo architettonico reinterpretato, il volume predominante si rifà comunque a forme essenziali dell’architettura tradizionale, determinano un inserimento congruo ed omogeneo nell’insieme del paesaggio rurale.