Musica per Archi, Percussioni e Celesta...Le proprietà della luce rappresentano, se vogliamo, il principio organizzativo dell’edificio, determinando zone buie e zone piene di luce, ma anche zone grigie, intervalli di luce, equivalenti al silenzio in musica. La compattezza dell’edificio, radicata sia nei volumi che nell’impianto tipologico, nasce altresì dalla ricerca poetica ed aulica della forma dell’edificio pubblico, dell’istituzione e quindi della cultura. Questa determinatezza del progetto tende ad istituire un rapporto fondativo con la costruzione del paesaggio fenomenico, incidendo e trasformando il contesto su cui sorge.